Il sito solisjoy.com utilizza i cookies. Continuando a navigare acconsenti al nostro utilizzo dei cookies.

Astro-Counseling di gruppo

Astro-counseling e psicologia della percezione sottile

Percorso a cura di Manuela Ambrosini e Lisa Galli

Platone, nel raccontare come le anime, prima di venire al mondo, scelgano un’immagine in cui è impresso il destino che si sono scelte, descrive il fiume Amlete, nella pianura del Lete, e racconta come bevendo l’acqua dell’oblio esse dimentichino quell’immagine. Successivamente si avvia il processo di incarnazione.

L’astrologia è in grado di recuperare quell’immagine. Il percorso di astro-counseling e psicologia della percezione sottile è interamente volto alla riscoperta di quel progetto che unisce l’anima alla vita nella coscienza.

Realizzare l’immagine che ci siamo scelti è il compito della nostra vita. Quando siamo allineati in questa direzione, anche nelle sfide, ci sentiamo appagati e interiormente forti. Ogni discostarsi dal progetto ci opprime, in un modo che può essere mentale, emotivo o fisico.

Ciò che vive dentro di noi grazie a quell’immagine originaria è narrato dai simboli che il tema natale astrologico contiene. Le connessioni, determinate dagli aspetti tra i pianeti, ci mostrano il viaggio eroico che ciascuno di noi è venuto a compiere. L’astro-counselor può aiutare la persona ad illustrare, attraverso la lettura dei simboli, la propria essenza descritta da quella fotografia che è il tema natale astrologico. Nessuno può leggere quell’immagine meglio di coloro a cui appartiene. Per questo il percorso di astro-counseling è volto a fornire lo strumento della lettura del tema natale ai partecipanti oltre a sostenere nell’autorivelazione di sé.

Jung ammonisce: - Noi contiamo qualcosa solo in virtù dell’essenza che incarniamo, e se non la realizziamo, la vita è sprecata -.

Chi di noi non ha mai sentito l’anelito alla propria missione? Chi di noi può sostenere di non aver mai percepito una chiamata verso il prossimo passo?

La psicologia della percezione sottile sovviene alla ricerca di risposte, rispetto a questa richiesta interiore.

La combinazione tra astro-counseling e psicologia della percezione sottile è un grande aiuto nella conoscenza di questa immagine profonda e archetipica, destinata alla conoscenza di noi stessi, che è il tema natale astrologico.

La parte esperienziale di questo percorso in 12 incontri è costituita da un lavoro in cerchio che utilizza il potenziale energetico del gruppo per fare esperienza di quello che viene chiamato da Rupert Shaldrake e da Lynne McTaggart il campo. Verrà introdotto il concetto relativo e si farà esperienza, insieme, dei movimenti che l’incontro tra persone diverse nel gruppo crea. Grazie ad un potenziale di comunicazione transpersonale, di cui ancora sono in atto sperimentazioni in diverse discipline, la più affine delle quali è quella delle costellazioni familiari di Bert Hellinger, vedremo svolgersi la connessione con i contenuti dei simboli interiori rappresentati dalle persone del gruppo. Ciò che questo movimento spontaneo evidenzia diventa l’oggetto della riflessione su se stessi e produce il cambiamento favorito dallo strumento del counseling. Qui il counseling interviene per dare una cornice all’esperienza e diventa la voce del proprio sentire attraverso la visione di ciò che viene rappresentato nel campo.

Destinatari

Counselor in possesso di un attestato di qualità e di qualificazione professionale dei servizi ai sensi dell’art. 4, L. 4/2013. Il corso è aperto anche a Psicologi, Educatori e Insegnanti di scuola e quanti vogliono apprendere modalità per migliorare le proprie relazioni e il modo di mettersi in contatto con se stessi e con gli altri. Professionisti qualificati nelle professioni di aiuto e sostegno alla persona (counselor, coach, ecc..)

Obiettivi formativi

Fornire agli utenti del corso una visione più ampia sul come poter approcciare un cliente in base a quelle che possono essere alcune caratteristiche di base determinate dal disegno astrologico del soggetto stesso. Un seminario centrato su un approccio alla conoscenza di simboli e significati dell’astrologia umanistica centrata sulla persona. Una strada che offra spunti di lettura e strumenti nuovi che possano aiutare il professionista nell’ascoltare e supportare il cliente in ogni suo aspetto, dalle dinamiche relazionali alle modalità di ascolto. Counselor e operatori della relazione di aiuto sempre più spesso possono trovarsi di fronte clienti che portano temi relativi a questioni per cui si sentono impreparati. Nel percorso vengono affrontati temi connessi con la più ampia attualità come l’individuo transgender, la procreazione assistita, il fine vita, il ciber-spazio, in una cornice che accompagna al dialogo tra sentire e vivere. Viene offerto uno sguardo che, alla luce del simbolo astrologico, permette di sviluppare un linguaggio comune descrittivo del proprio vissuto ontologico ed esistenziale, ovvero all’esperienza di sé in quanto essere.

Strumenti

Il corso si terrà in presenza attraverso la realizzazione di lezioni e laboratori esperienziali. Potrebbero essere previsti momenti di formazione a distanza attraverso l’utilizzo di piattaforme digitali e l’utilizzo dei principali Social.

In generale l’astro counseling si pone come strumento di approfondimento della consapevolezza dei propri meccanismi interiori. Attraverso la lettura del simbolo del nostro sistema planetario interno abbiamo nuove opportunità per autoriflettere sul nostro sentire e riusciamo anche a trovare nuove domande attraverso le quali rilanciare il senso della vita. Utilizzando lo strumento del tema natale, o carta del cielo, come mappa di spunto che guida nel viaggio verso la padronanza del proprio campo emotivo, riusciamo a raggiungere un sapere strutturato e a compiere un cammino libero, che si arricchisce di senso man mano che procediamo. La meta è la conoscenza più profonda di sè stessi al fine di migliorare ogni sfera della propria vita.

L’astro-counseling si pone come un insieme di contenuti afferenti al simbolo e per questo diviene un dialogo tra discipline diverse che ha una vocazione interdisciplinare. All’interno del percorso vengono trattati argomenti che considerano l’essere umano nelle sue diverse età della vita, tenendo conto dell’evolvere delle generazioni scandite dalla presenza del pianeta Plutone, che governa la trasformazione che ogni individuo appartenente a ciascuna generazione viene per sostenere. I temi che trovano spazio riguardano la vita nel suo complesso. Partiremo con la nascita osservando l’ascendente e la prima casa astrologica, per proseguire con il tema del denaro e delle eredità familiari, biologica, patrimoniale e sistemica; passando attraverso la comunicazione e le disabilità che afferiscono allo scambio comunicativo; l’incontro emozionale con se stessi e con gli altri, la fame emotiva. Andremo ad incontrare la sessualità, i temi del fluid gender, la norma e la diversità come concetti in cambiamento e trasformazione. Osserveremo i temi dell’ingresso nel sistema scolastico e delle sfide che sono collegate all’incontro con i propri pari, alleanze e conflitti, ritmi e aritmie, la perdita dei riti di passaggio. Esploreremo il mondo relazionale nelle varie componenti collegate alle nuove famiglie e alla procreazione assistita.

Carta del cielo vivente;

Articolazione del percorso formativo

1° Incontro: I casa astrologica,

Parte teorica: “ L’astrologia come veicolo di autoriflessione – i simboli e la lettura del tema natale: significato e strategia di utilizzo nel colloquio col cliente - Ascolto e sviluppo del progetto individuale attraverso la simbologia dei Pianeti collocati in I casa.

Parte esperienziale – Carta del cielo vivente con i partecipanti e movimento dei Pianeti nella prima casa. Simulazione di colloquio con il proprio cielo interiore attraverso i simboli planetari.

2° Incontro: II casa astrologica

Parte teorica: - Opposizioni e quadrature il senso della lettura astrologica nel colloquio col cliente. I pianeti collocati in II casa aprono il colloquio sulle tematiche del denaro, della sopravvivenza materiale, del rapporto con la natura e dell’eredità familiare: il clan di origine, l’eredità nel corpo, nella mente/emozioni e nello spirito.

Parte esperienziale – Carta del cielo vivente con i partecipanti e movimento dei Pianeti nella seconda casa. - - Attivazione ed esperienza sul campo della percezione sottile.

3° Incontro: Conoscenza della propria personalità - III casa astrologica

Parte teorica - Ascolto ed individuazione delle caratteristiche di personalità, - delle varie parti (sub personalità), attitudini, punti di forza e - di fragilità, blocchi, conflittualità intrapersonali - Esplorazione dei bisogni di comunicare, - Individuazione risorse personali e trasformazione del concetto di disabilità in nuova abilità. Elementi di casa III.

Parte esperienziale - Esercitazioni, partendo dal tema di nascita, per individuare - - caratteristiche di personalità - Imparare a riconoscersi nelle proprie potenzialità. - Imparare a utilizzare le proprie risorse interiori e a comunicare - in modo assertivo - Simulazione di colloquio.

4° Incontro: Relazione emotivo-affettiva - IV casa astrologica

Parte Teorica - Ascoltare la parte emotiva ed affettiva propria e dell’altro - Individuare e conoscere le proprie modalità affettive, le emozioni e stati d’animo - Accettare se stessi, i bisogni e desideri affettivi per andare incontro all’altro - Imparare a relazionarsi e a comunicare in modo autentico con l’altro. Fame emotiva. Elementi di casa IV.

Parte esperienziale - Esercitazioni sul tema di nascita per individuare le emozioni, i sentimenti, gli stati d’animo. - Esercitazioni per potenziare l’emotività e direzionare l’affettività. - Comunicare ed esprimere le emozioni in modo assertivo. Simulazione di colloquio

5° Incontro: Io, il progetto Solare/Lunare – il genere sessuale – fluid gender -V casa astrologica - Bambini indaco e bambini cristallo le nuove energie.

La passione creativa per sviluppare e cambiare. Svelare il progetto per cui siamo venuti al mondo e renderlo proprio.

Parte esperienziale – Movimenti circolari, rotatori, a spirale e linea del tempo. Il campo racconta il progetto dell’Anima. Entrare in contatto con l’energia del campo per rivelare se stessi. La narrazione esperienziale.

6° Incontro: a scuola, scoprirsi parte di un sistema – VI casa astrologica

Il bene di tutti. Funzionalità del proprio schema rispetto ai compagni di viaggio. Entrata in scena del ritmo, della coordinazione, della costanza d’obiettivo, le sfide che sono collegate all’incontro con i propri pari, alleanze e conflitti, ritmi e aritmie, la perdita dei riti di passaggio.

Parte esperienziale: vestire i panni della condivisione alla pari – lavoro esperienza con i libri.

7° Incontro: conflitto relazionale – VII casa astrologica

Parte teorica - Individuare i problemi, focalizzare i punti critici della relazione con gli altri - Conflitti, gestione dei conflitti, superamento dei conflitti - Comunicazione paradossale, comunicazione efficace - Imparare a rimettere in equilibrio il sé e l’altro da sé. Analisi aspetti relazione di coppia - Fasi della relazione (dall’innamoramento al progetto di vita) - Tipologie relazionali - Modalità di comunicazione nella relazione non adeguata - Modalità di comunicazione nella relazione adeguata - Elementi di casa VII.

Parte esperienziale - Analisi nel tema natale delle parti conflittuali proprie e altrui. - Esercitazioni sulle parti conflittuali, sulla relazione paradossale - e sul superamento del conflitto - Simulazione di colloquio conflittuale, comunicazione paradosso - Comunicazione efficace e superamento del conflitto.

8° Incontro: Concepimento, procreazione assistita – sessualità come atto del corpo, del cuore e dello spirito. I legami dell’amore. Il fine vita, le risposte alla morte, l’accompagnamento. VIII casa astrologica

Parte teorica - Crisi, conflitto, superamento, non superamento, separazione, abbandono - Trasformazione e cambiamento, elementi di casa VIII.

Parte esperienziale - Analisi e aspetti relazionali nel tema di nascita individuale - Analisi temi di coppia (sinastrie e comparati) - Laboratorio esperienziale di coppia - Esercitazioni sulla comunicazione adeguata

9° Incontro: La mia filosofia di vita, credenze, convinzioni, aspirazioni. L’incontro col Maestro Interiore – IX casa astrologica.

Esplorazione ed espansione del Sé. Mi conosco, sono in grado di creare una filosofia di vita per me stesso e incontro la guida interiore dell’Anima. Transpersonale ed esplorazione delle proprie vite antiche. Mindfluness. Ciber- Spazio.

Parte esperienziale: applicazione della Mindfulness al campo. La percezione sottile come momento di unità dell’essere.

10° Incontro: La realizzazione come progetto di individuazione di sè. Io decido. X casa astrologica

Spogliarsi dei condizionamenti per entrare nella realizzazione del proprio sé individuale. Autonomia e rispetto della tradizione. Affrontare la scalinata della propria ascesa. Ambizione e costruzione della via maestra.

Parte esperienziale

11° Incontro: La realizzazione come progetto di gruppo. Io mi unisco, appartengo. Social network e relazioni in rete: luci e ombre. Come integrare il nuovo. XI casa astrologica.

Parte esperienziale: lo spazio tra virtuale e reale; esplorazione dei limiti e confini; movimento in cerchio – specchi e visione di sé.

12° Incontro: La realizzazione come ritorno all’origine. Il tutto universale. XII casa astrologica. Le disabilità che ostacolano la comunicazione e l’incontro con l’altro. Affiancare il cliente che vive l’esperienza della malattia o che accompagna un malato. L’ospedale e il vissuto dell’individuo.

Parte esperienziale: esperienza invito alla crescita proposta dai partecipanti come dimostrazione di quanto è stato appreso.